Storia

Correva l’anno 1968….

Le origini della comunità di Beinasco risalgono al 1968, quando una famiglia di giovani credenti si trasferisce dalla periferia di Milano a Bruino, piccolo paese nella seconda cintura di Torino.

Fu allora che alcuni fratelli della comunità di Torino via Issiglio, tra cui il fratello Giuseppe Bianco, si attivarono per visitare regolarmente questa famiglia di nuovi convertiti, che misero a disposizione la loro casa per poter effettuare dei culti ogni martedì sera. Nel giro di poche settimane la loro casa era piena di anime assetate della Parola di Dio. Le chiese evangeliche presenti sul territorio in quegli anni, erano poche e i credenti che arrivavano dal meridione, dovevano spesso fare numerosi sacrifici, per poter frequentare regolarmente una chiesa.

Dalla casa privata di Bruino in Via Principe Amedeo

Nel corso dell’anno 1970, si iniziò a cercare un locale da affittare nella zona sud di Torino. Il Signore, che ben conosceva il nostro desiderio, ci aprì una porta a Beinasco in via Principe Amedeo 18.

Il 31 maggio 1971 il locale venne dedicato al Signore. L’inizio è stato un momento particolarmente benedetto dal Signore; lo zelo e il forte desiderio di servire il Signore traboccava dai cuore dei giovani credenti che dedicavano il loro tempo libero per organizzare visite ed evangelizzazioni, affinché l’opera del Signore potesse crescere ed espandersi anche in queste zone.

Numerosi erano i semplici culti all’aperto che si organizzavano nelle varie piazze dei paesi limitrofi. La capienza iniziale del locale era di circa 60 posti, ma nel giro di pochi anni il Signore ci diede grazia di comprare anche un basso fabbricato accanto al locale, che fu adibito ad ingresso e alle aule per la Scuola Domenicale. In questo modo, la capienza del locale salì a circa 100 posti a sedere.

Essendo molti i ragazzi e i giovani presenti nella comunità, verso il 1975 iniziarono il sabato sera degli incontri tra i giovani. Fin dall’inizio furono istituite alcune classi della Scuola Domenicale, in quanto frequentavano la comunità quasi esclusivamente famiglie giovani con numerosi bambini.

Nel nuovo locale di Via Silvio Pellico

Mentre il numero dei membri aumentava, il bisogno di avere un locale di culto più adatto alle esigenze della comunità era sempre più forte.

Nel gennaio del 1990, il Comune di Beinasco, in risposta alle nostre preghiere, ci diede la possibilità di acquistare un’area dove poter costruire un nuovo locale di culto. Questa iniziativa fu accolta con molto entusiasmo da parte dell’intera comunità, che allora contava circa 100 membri battezzati.

Il 23 novembre 1993 dedicammo il locale al Signore; il fratello Paolo Arcangeli, pastore della chiesa di Genova fu il predicatore in quell’occasione.

Intensificammo tutte le varie attività. L’evangelizzazione assunse un ruolo sempre più importante, con culti di evangelizzazione svolti sia in chiesa sia all’aperto, oppure con l’installazione di una tenda in varie cittadine della zona .

Apertura nuove missioni

La nostra prima esperienza a livello di missione risale al 2003, quando il Signore ci mise in cuore di aprire un piccolo locale in Piossasco. Inizialmente fu curata dai vari componenti del Consiglio di Chiesa, ma dopo alcuni mesi fu affidata al fratello Angelo Ciraldo, un giovane cresciuto nella nostra comunità. Dopo alcuni anni la comunità si è trasferita nell’attuale sede di Via Magenta 8 e dal 2008 è diventata chiesa autonoma.

Il Signore mise nel nostro cuore di fare qualcosa anche in Giaveno, una cittadina che non aveva alcuna  testimonianza evangelica. Grazie anche al fatto che due famiglie appartenenti alla nostra comunità si erano nel frattempo trasferite a Giaveno ed erano desiderosi di impegnarsi in quest’opera, decidemmo di aprire nel novembre 2005 un piccolo locale.

Nuovo pastore

Il 24 gennaio 2010 il pastore Giuseppe Bianco lascia la conduzione della comunità per raggiunti limiti di età. Il fratello Silvano Bianco, che da due anni aveva affiancato il pastore, viene scelto dalla chiesa come successore e nominato come nuovo pastore.

 

Per maggiori informazioni puoi leggere la brochure preparata in occasione del nostro 40° anniversario.

Una storia lunga 40 anni